Guarda le foto (3)

La Cittadella

Attività culturali, Sport pedestri, Percorso/sentiero tematico A Entrevaux
1.8 km
  • Nel XVI secolo la Francia è in guerra con l'Europa: lo sviluppo dell'artiglieria e l'assedio delle truppe di Carlo V nel 1536 dimostrano l'inadeguatezza delle antiche fortificazioni medievali di Entrevaux

  • . Luigi XIV affidò a Vauban la creazione di una linea fortificata di cui faceva parte Entrevaux, bloccando così l'accesso al centro della Provenza.

    Accesso :
    La via di comunicazione dalla città al castello, le cui 9 rampe a zig-zag tagliano la roccia di Entrevaux in modo così caratteristico, fu costruita su ordine di Vauban nel 1693. Prima del suo intervento, la Cittadella poteva essere raggiunta solo uscendo dalla città, attraverso la montagna, il che rendeva impossibile la...
    . Luigi XIV affidò a Vauban la creazione di una linea fortificata di cui faceva parte Entrevaux, bloccando così l'accesso al centro della Provenza.

    Accesso :
    La via di comunicazione dalla città al castello, le cui 9 rampe a zig-zag tagliano la roccia di Entrevaux in modo così caratteristico, fu costruita su ordine di Vauban nel 1693. Prima del suo intervento, la Cittadella poteva essere raggiunta solo uscendo dalla città, attraverso la montagna, il che rendeva impossibile la comunicazione per uomini e animali in caso di assedio.

    La polveriera (a sinistra dopo l'ingresso)
    Oggi trasformato in un museo che ripercorre la storia "militare" di Entrevaux, i suoi 58 m2 potevano contenere 9.000 kg di polvere da sparo. Questo è troppo per la piazza di Entrevaux ed è estremamente pericoloso.

    Il percorso
    Il sentiero inizia davanti alla polveriera, la seconda e la terza rampa portano ai due "forti" chiamati Fort Langrune e Fort Pandol, dal nome del loro costruttore. La "grande rampe" e le rampe successive offrono splendide viste sul territorio di Entrevaux. Alla fine dell'ultima rampa, l'ingresso del castello è sorvegliato da una piccola ridotta con un ponte levatoio del 1693.

    Sulla destra si trovano le celle di isolamento costruite durante la Prima guerra mondiale per i prigionieri recalcitranti delle compagnie di disciplina dal 1917 al 1922.

    Il cancello di emergenza (sul retro), con la sua guardiola, comunica con la campagna attraverso un ponte levatoio e un ponte in piedi su un imponente fossato. Anche questo è stato creato da Vauban, poiché la città medievale aveva un solo ingresso accessibile tramite una scala!

    Un accesso sotterraneo scavato sotto la cittadella collega i due lati e potrebbe proteggere la guarnigione in caso di bombardamento.

    A sinistra dell'ultima rampa, si sale all'ingresso del castello. Questo comprende 3 caserme, una panetteria e la casa del comandante, chiamata anche mastio perché situata nel punto più alto. Grandi cantine e 3 cisterne davano al castello una capacità di resistenza di diversi mesi in caso di assedio.

    Oggi l'insieme si trova più o meno nello stesso stato in cui lo scoprì Vauban intorno al 1700, poiché le grandi trasformazioni da lui previste non furono mai realizzate.
  • Tutto l'anno.
  • Lingue parlate
    • Francese
  • Documentazione
    I file GPX \/ KML ti consentono di esportare il percorso dell'escursione sul tuo GPS (o altro strumento di navigazione)